Selene e lo Yoga Sciamanico

 Articolo di Patrizia Sanvitale

Oggi voglio suggerirvi un libro che mi è piaciuto molto e cercherò di essere più convincente possibile, perché merita di essere letto, riletto e ancora riletto un numero infinito di volte e di non essere sepolto dai romanzi che state leggendo. Tenetelo sul comodino bene in vista, sopra a tutti gli altri. Ne trarrete giovamento solo a guardarlo.

Il libro si chiama Iniziazione allo Yoga Sciamanico. Viaggio ai confini tra lo spazio e il nulla, è pubblicato da Edizioni Mediterranee nella collana Iniziazione, curata da Osvaldo Sponzilli, ha 110 pagine e costa € 7,50. È un vecchio libro pubblicato nel 1999 e che cercavo da diverso tempo. L’ho finalmente comperato domenica scorsa, direttamente dall’autrice.

L’autrice è Selene Calloni, yogina vera, che ha vissuto tanti anni in Sri Lanka, per poi girovagare in India e in Oriente. Da più di 25 anni mastica Yoga e Sciamanesimo come fossero pane quotidiano e tiene lezioni, conferenze e seminari sull’argomento. Selene è e fa molto altro, ma mi fermerei qui. Vorrei invece raccontare come l’ho conosciuta.

Quando ho cominciato a scrivere il mio libro, mai finito, sulla spiritualità – questa è la ragione vera per cui tengo questo sito-blog – ho fatto una miriade di ricerche e un giorno su internet mi sono imbattuta in un sito curioso, il cui nome era tutto un programma. Dovrei dire un non-programma, visto che si chiama nonterapia. Cosa significa nonterapia? È un errore di stampa? Perché un nome al negativo? Perché, poi, non inizia con la maiuscola? Stanno cercando di prendermi in giro? Decido di entrare con decisione, tuffandomi dentro, non socchiudendo la porta come quando si entra in un ufficio in modo particolarmente educato. E ho avuto ragione, mi si è aperto un mondo. Ho dato un’occhiata a volo di uccello, ho alzato il telefono e ho chiamato. Un signore gentile e disponibile mi ha dato molte informazioni e dopo un paio di settimane ho incontrato Selene: sono andata a intervistarla nel suo studio di Monza. Da cosa nasce cosa, come si dice, tanto più in questo ambiente, che è un sorta di catena della bontà: è Selene che mi ha presentato Thero, che vi ho fatto conoscere il 25 novembre scorso, in un articolo titolato Easy, not easy.

Leggo nella terza di copertina del libro di Selene: «Lo Yoga Sciamanico nasce dall’incontro tra lo Yoga e le tradizioni sciamaniche. L’Autrice ci introduce in questa disciplina attraverso il racconto della propria iniziazione analizzando i principi dello Yoga e dello Sciamanesimo. Il fascino dell’esperienza vissuta si unisce così all’esposizione pratica: lo Yoga sciamanico ci consente di viaggiare nei nostri centri energetici (chakra) e di cogliere la natura dell’estasi sciamanica, o volo sciamanico, rivelandone le tecniche. Il volo sciamanico è uno stato di coscienza ampliato nel quale possiamo riunirci alle fonti del sapere spontaneo e sperimentare le diverse pratiche iniziatiche che inducono un nuovo e più felice rapporto con la materia e la vita».

Di più non dico, perché questo libro dovete “praticarlo” passo dopo passo. Vi cambierà l’esistenza, in particolare se siete dediti allo Yoga e alla meditazione. Altro che Jodorowsky– di cui peraltro ho scritto L’immagine di noi stessi.

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi